SUMMER

La silhouette

Valorizzare le forme del corpo significa creare armonia tra forme e colori, rispettare le proporzioni, evidenziare i punti di forza e minimizzare i punti deboli, quelli che ti rendono più insicura.

Tutti noi siamo fatti di un’ossatura, di muscoli e di massa grassa. Le percentuali di questi tre elementi variano da persona a persona, così come variano le proporzioni, la lunghezza, la larghezza e il volume. Tutti insieme costituiscono la silhouette.

Per ottenere una silhouette ottimale devi considerare quattro elementi:

  1. Le forme e le linee del corpo. Osservare il corpo nei suoi contorni ti aiuta a definire a quale silhouette appartieni. Il primo tipo di analisi sarà di tipo oggettivo.
  1. La taglia, intesa come proporzioni. In consulenza d’immagine non è intesa come la 40, 42, 44, etc. ma in base a tre elementi che ci fanno stabilire le proporzioni di una silhouette: altezza, peso, ossatura. Una stessa forma del corpo con una corporatura diversa avrà un impatto visivo differente, perciò bisogna tener conto anche di questo elemento. La tua immagine può cambiare molto a seconda se indossi un capo adatto alle tue forme oppure no, un po’ come succede con i colori amici.
  2. Gli effetti ottici: gli input che ti permettono di leggere una morfologia in un modo piuttosto che in un altro (di base devi sapere che tutto ciò che è verticale stringe, mentre l’orizzontale espande e aiuta a slanciare la figura).
  3. La grandezza della testa, perché questa deve essere un indicatore di quanto grandi debbano essere gli accessori messi intorno al viso, tenendo presente sempre il principio di “simile con simile”, cioè piccolo con piccolo, medio con medio, grande con grande. A volte mi capita, parlando con le mie clienti, di dovergli scardinare la convinzione di sapere qual è la forma del loro corpo: non è così scontato come sembra avere un’idea chiara delle proprie forme e sapere quali strategie usare per valorizzarsi.

Per quanto riguarda le strategie da utilizzare, come ti ho già detto, è utile tenere presente la regola del “simile con simile”:

  • Le corporature piccole dovranno preferire fantasiepiccole, monocolore (evitando di creare troppi stacchi che spezzino la figura), utilizzare linee verticali, giacche corte e cappotti al massimo fino a sopra il ginocchio. Spostare l’attenzione ponendo i dettagli verso l’alto. Le calze devono essere dello stesso colore delle scarpe per dare slancio alla figura e i tacchi preferibilmente proporzionati, quindi non troppo larghi. Sono da evitare cinture che taglino la figura, borse troppo grandi o a tracolla e accessori troppo grandi. Giacca doppiopetto perché schiaccia. Nel caso degli accessori, intesi come collane e orecchini, io non sarei troppo fedele alla regola, perché se hai una gran bella personalità e vuoi che questa prevalga e si veda puoi osare con monili più vistosi, purché siano di design e davvero particolari, serviranno a regalarti stile.
  • Le corporature medie, che in genere sono di chi ha un’altezza compresa tra 1,60 e 1,70 metri, hanno come obiettivo ancora quello di guadagnare centimetri. La strategia sta nel verticalizzare l’immagine usando il monocolore ed evitando stacchi di colore troppo netti. Si devono usare dei dettagli verticali, delle giacche non troppo lunghe, delle fantasie e degli accessori piccoli e medi. Se la forma del corpo lo permette, preferire linee accostate che slancino e portino l’attenzione verso l’alto, verso il viso. Sarebbero da evitare: capispalla troppo lunghi, tagli orizzontali e stacchi di colore, fantasie troppo grandi, tessuti strutturati e corposi, capi oversize e pantaloni larghi. In questo caso, per quello che mi riguarda, io rompo spesso le regole creando per me stessa degli outfit con pantaloni cropped style, pur non essendo quelli più indicati per la mia altezza, con cui riesco ad abbinare capi e accessori che rispettano comunque le proporzioni e ne ottengo un risultato armonico.
  • Le corporature grandi sono tipiche di chi ha un’altezza superiore a 1,70 metri: si può essere sia magri che robusti, rimane comunque una fisicità notevole. In questo caso, i blocchi di colore e le linee orizzontali sono degli utili alleati perché servono a spezzare la figura. Vanno bene le fantasie medio-grandi e le scarpe con tacco largo, cosi come gli accessori e le borse grandi. Sono da preferire i tessuti di medio peso e le giacche e i capispalla lunghi, gli abiti lunghi, i cropped pants, i cappelli e le scarpe particolari, che attirino l’attenzione. Si devono evitare i tessuti leggeri e le fantasie piccole, le giacche corte, gli accessori minuti e le scarpe troppo minimal.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *